Sono MoRtO

25 11 2008

No, non preoccupatevi io sto bene, lui e’ MoRtO.
MoRtO si e’ presentato a noi comuni mortali venerdi’ sera al Bloom di Mezzago, Lin, Lan e Len sono giunti per celebrare la centesima apparizione di Morkobot sul pianeta Terra e in occasione di questo importante anniversario e’ stato presentato MoRtO.

Prima di questa eucarestia sonora i Taras Bul’ba hanno intrattenuto i presenti, una buona prestazione per questo trio acido e strumentale, degna spalla dei tre araldi di Morkobot, purtroppo lasciano il fianco a qualche critica, prima su tutte l’ effettiva pesantezza che alla fine ha portato il concerto sulla soglia della noia, difetto che pero’ ha permesso di capire che non e’ da tutti riuscire a tenere alta la soglia di attenzione del pubblico se si propone musica strumentale. E diciamolo, Morkobot sotto questo punto di vista e’ ineccepibile, ma andiamo con ordine:

MoRtO e’ una canzone di circa 40 minuti (su myspace trovate qualche estratto del nuovo disco) che per intercessione divina e’ stata divisa in 3 parti per essere resa piu’ assimilabile dai poveri e umili mortali esseri umani che seguono le apparizioni sonore di Morkobot, sia dal vivo che su dischi di varia natura.

Lin, Lan e Len riescono in un ora abbondante a introdurci, nella prima parte del concerto, il nuovo venuto e deliziare i seguaci nella parte finale con gli immortali echi di Skrotokolm, Zorgongollac e Poldon.
Proprio per Poldon mi sento in dovere di spendere qualche parola in piu’, posta alla fine del concerto, un odissea spaziale e psichedelica che ha causato una trance collettiva per una ventina di minuti buoni ed e’ qui che si capisce la potenza del trio perche’ pur risultando sulla carta assolutamente indigeribili (2 bassi con una sfilza di pedali da parer la trappola degli acchiappa-fantasmi e una batteria, senza voce) riescono a non annoiare suonando di filato per un ora e venti, senza proferir parola tanto che non si sapeva quando e come mostrare il gradimento dell’ evento. Tutto fuso in un unica grande canzone, un flusso ipnotico di coscienza collettiva.

E quindi, questo MoRtO com’e’?
E’ ancora presto per dirlo, ma ritornero’ sicuramente a parlarne, per ora rimane solo l’ ennesima riconferma di quanto possa essere intenso e piacevole uno spettacolo di Lin, Lan e Len che schiavizzati da Morkobot danno voce ai suoi echi cosmici e interplanetari. Bravi.

Matteo (che sente il disperato bisogno di comprare una macchina per catturare le immagini durante i concerti)

Powered by ScribeFire.


Azioni

Information

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...




%d blogger cliccano Mi Piace per questo: